22 settembre 2017

Zodiac Style - Bilancia


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.


Provate a dire ad una Bilancia che “l’abito non fa il monaco”. La vedrete alzare un sopracciglio e guardarvi con un’espressione di garbato disgusto sul volto: per il settimo segno dello Zodiaco, l’abito non solo “fa il monaco”, ma è il riflesso dell’anima della persona, del suo carattere, del suo senso sociale.
La sciatteria è una “colpa”. La trasandatezza è una mancanza di rispetto per se stessi e per gli altri.
Mostrare i propri eccessi fisici è una dimostrazione di poca salute mentale.
Non c’è dubbio, a questo punto che l’esasperata esclamazione “... ma come ti vesti!?” nasca in questo segno.
Appassionati più di arte che di moda, i nostri amici bilancini si approcciano al corpo con il fine di rivestirlo nel modo più armonioso possibile, valorizzandone i pregi e smorzandone le asperità, senza l’ossessione verginea per la “forma sbagliata”, ma con razionalità, gusto … e un pizzico di impazienza.
Se abbiamo un seno prosperoso e un punto vita non proprio da vespa, la Bilancia pensa subito ad uno “stile impero” per puntare sul primo e velare il secondo; se siamo alti e magrissimi la Bilancia ci sconsiglia caldamente le righe verticali; se vanno di moda i pantaloni a vita bassa, la Bilancia inorridisce all’idea che qualcuno sedendosi possa mostrare le terga, soprattutto se il ventre già sborda abbondantemente dalla cintura e consiglia un po’ di moto in più dicendoti: “Devi farlo per te stesso”.
La peggiore ossessione: la simmetria. La Bilancia è ossessionata dalla simmetria, in positivo o in negativo, negli oggetti e nei volti.
Questo è anche il segno della coppia e del matrimonio, va da se’ che per questo motivo troviamo proprio in questo segno la passione (o l’allergia) per gli abiti da sposa.
La vita, l’ombelico, la linea dei fianchi appartengono al segno, dominato dalla morbida Venere, ma anche dal rigoroso Saturno, il quale tende a “sottrarre” e non ama l’eccesso. Così vedremo uomini Bilancia che evidenziano (sempre con discrezione) gli addominali scolpiti, ma anche donne che indossano abitini bon ton che sottolineano il punto vita. I colori pastello sono i preferiti del segno, così come gli abiti interi: lo “spezzato” è la combinazione più odiata anche dagli uomini Bilancia, i quali amano moltissimo i maglioni indossati su una semplice T-shirt.
Ma allora come mai, direte voi, quella Bilancia che conosco io è così disattenta al vestire e sempre spettinata? Perché stiamo sbagliando prospettiva nel considerare ciò che la Bilancia intende per “moda” e per “abbigliamento” . Innanzitutto, per questo segno tutto può essere diviso in “giusto o sbagliato” e questa etica non solo si sovrappone all’estetica per la Bilancia, ma le preesiste. Ciò significa che quando la Bilancia considera giusto qualcosa, questo è anche “bello”; se è ingiusto allora è brutto. Così quando Venere prospera nella Bilancia di nostra conoscenza, la vediamo splendere nel suo aspetto più tipico di persona curata, pulitissima, impeccabile anche in casa, mai in tute informi, mai con lo smalto consumato, mai con i capelli fuori posto, sempre un po’ truccata o se uomo, mai con la barba di tre giorni o in giro in mutande, anche se vive da solo.
Quando Venere riceve suggerimenti da altri segni meno formali e rigorosi, ecco che prevale l’ideale astratto e la Bilancia può considerare non etico (quindi poco elegante in senso lato) ostentare troppa perfezione, oppure il suo gusto si libera delle simmetrie leggermente inumane che solitamente la caratterizzano, orientandosi verso un proprio stile personale che rifugge l’eccesso di formalità. Ma non confondiamoci, anche questo è uno stile, e la Bilancia riterrà inadeguato uno stile diverso: inizierà a storcere il naso di fronte ai tacchi troppo alti, agli accostamenti cromatici troppo piatti, al capello super acconciato e così via.
La Bilancia, nonostante la necessità di armonia con l’esterno, resta infatti un segno ribelle e disobbediente che deve piacere a se stesso prima di piacere agli altri. Pur nel suo bisogno di approvazione, non sa indossare quel che la moda impone, se lei in prima persona non lo trova adeguato e soprattutto, armoniosamente bello. Convinta che il Bello ideale esista e che corrisponda alla sua personalissima idea, si sente offesa quando chi la circonda disattende questo equilibrio cosmico.
© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-bilancia/#more-14867)

22 agosto 2017

Zodiac Style - Vergine


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.

Quando si parla di stile, di moda, di abbigliamento i nostri amici Vergine sono sempre in prima linea. Non perché amino particolarmente “apparire”, ma perché in loro esiste un’innata propensione per le forme in genere. Questo segno di terra, modesto e spesso timido, possiede un notevole gusto estetico e la sua spiccata manualità lo rende anche capace di realizzare capi complessi. I loro strumenti preferiti sarebbero l’uncinetto o i ferri da maglia, ma non disdegnano neppure ago e filo.
I Vergine sentono il bisogno di ordine e pulizia, quindi non li vedremo mai trasandati o vittime di accozzaglie di colori, inoltre il loro amore per l’essenzialità si esprime attraverso la scelta di capi sobri e adatti a quel che devono fare: hanno l’abbigliamento “giusto” per ogni occasione e non riescono ad ammettere ad esempio, che a scuola si possa andare con un tacco 12 o che ci si presenti ad un evento importante con delle “ballerine” o con scarpe da ginnastica. L’esempio delle scarpe non è fatto a caso, infatti i Vergine hanno una vera fissa per questo accessorio sul quale riversano tutta la loro originalità e voglia di trasgressione. Spesso hanno collezioni di scarpe di ogni genere che puliscono e lucidano con regolarità, ma le scarpe sono le uniche cose che i Vergine riescono a buttare anche se non sono totalmente consumate, proprio perché da esse esigono prima di tutto la perfezione.
Si potrebbe dire che la Vergine sia all’origine della moda e che, senza questo segno e le sue competenze, non ci saremmo mai vestiti, né avremmo arredato le nostre case, se non con pelli animali. Sì perché nella Vergine appare una delle prime tecniche della storia: la tessitura di fibre e l’invenzione delle decorazioni delle stoffe attraverso un’infinita gamma di “fantasie”, non a caso inizialmente costituite da linee pulite e geometriche oppure dalla stampa di fiori e animali, impressi o inseriti in serie, sul tessuto. Quando vediamo abiti con stampe a fiorellini o a pois, possiamo star sicuri che, in chi li indossa o in chi li ha disegnati, il segno della Vergine abbia una grande importanza.
Il “micro” è un’altra fissa di questo segno, così spesso vediamo le Vergini indossare micro-orologi, micro orecchini, ma a volte potrebbe anche succedere che il tappo del controllo vergineo salti e il “micro” si trasformi in “macro”, mostrando (sempre se l’occasione lo permette) accessori extra large su una mise molto semplice.
In ogni caso lo stile “giusto” per una Vergine è sempre importante, ma per un motivo che potrebbe apparire strano agli occhi di segni più esibizionisti: bisogna vestirsi adeguatamente non per essere notati, ma esattamente per il motivo opposto!
Una Vergine che segue la moda, il più delle volte lo fa per non essere troppo notata. Detesta infatti spiccare per originalità, non ama particolarmente sentirsi gli occhi altrui addosso e, se malauguratamente dovesse succedere, ha bisogno di cogliere l’approvazione altrui. Troppa sciatteria o troppo splendore attirerebbero sguardi sprezzanti o invidiosi, entrambi sgraditi a questo segno gregario che tende all’uniformità.
Ma sarebbe un errore immaginare i Vergine come personaggi piatti e grigi, infatti basta ricordare le più celebri icone di stile del nostro cinema (pensiamo solo a Sofia Loren e Sean Connery, entrambi della Vergine) per capire quanto la perfezione della forma appartenga a questo segno, quasi più che ai Bilancia, considerati gli esteti per eccellenza.
Una Vergine potrebbe letteralmente avere un crisi isterica se la costringessero ad abbinare male i colori o a indossare qualcosa di troppo vistoso. Inoltre questo segno non ama sprecare e spendere inutilmente, infatti è capace di vestire in modo impeccabile anche facendo acquisti al mercatino di paese o decorando i capelli con dei fiori di campo. Bisogna anche dire che sembra dare tono a qualunque “straccetto”: la semplicità le dona più di qualunque altra cosa e il discorso naturalmente vale sia per gli uomini che per le donne.
Nella Vergine, segno simbolicamente legato al lavoro, troviamo anche una specie particolare di abbigliamento: le “uniformi” tipiche dei vari mestieri, come la divisa da infermiera, il vestito del cuoco, la tuta del meccanico o dell’operaio, l’abito dei camerieri o degli autisti, le tenute anti-infortunistiche, il tutù da ballerina e così via, che così bene riflettono il temperamento vergineo sostenitore accanito dell’abito “adatto”, dell’uniformità,  della devozione al “fare”, della categorizzazione e dell’ordine.

© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-vergine/#more-14822)

21 luglio 2017

Zodiac Style - Leone


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.


Impossibile scindere il leone dalla sua criniera e questo vale anche per l’astrologia: la criniera dei nostri amici Leone è sacra! Mai vedrete un rappresentante del segno con i capelli trascurati, anche perché solitamente le capigliature leonine, di natura sono piuttosto vistose e lucenti. Immagino che la “brillantina” di antica memoria sia stata inventata da un Leone, in ogni caso sicuramente consumata da clienti leonini, appassionati a capigliature perfette e brillanti.
I Leoni cambiano volentieri il colore dei capelli e manifestano una predilezione per le tinte calde e chiare. Oggi le leonesse si possono sbizzarrire con creme per capelli con pagliuzze dorate o polvere di diamanti, ma un tempo le loro acconciature potevano reggere diademi, fiori e piume, fili di perle o pendenti di pietre preziose.
È raro che un rappresentante di questo segno non indossi gioielli, soprattutto che non abbia una lunga catenina d’oro al collo, magari nascosta. Le leonesse sono tra le donne che amano maggiormente questi oggetti preziosi , comprese le anacronistiche “spille” all’altezza del cuore, loro organo-simbolo.
Il loro abbigliamento segue a ruota la luminosità dell’acconciatura, infatti le donne Leone sono le uniche capaci di indossare strass e paillettes anche per fare la spesa, mentre gli uomini sono tra i più vanitosi dello Zodiaco. Tra i primi a rimanere sedotti dalla depilazione maschile, amano indossare abiti attillati, che mettano in evidenza il torace muscoloso e la schiena a V. Questo vale anche per le flessuose leonesse, spesso fasciate in abiti che lasciano poco all’immaginazione. D’altronde questo segno zodiacale simboleggia gli abiti da sera, quelli delle grandi occasioni, ma anche l’abbigliamento legato al mondo dello spettacolo, perciò gli abiti di scena, quelli teatrali e quelli circensi.
Anche nel Leone più misurato c’è sempre un tocco di eccentricità e di eccesso, perché questo segno ha necessità di brillare e colpire l’immaginazione con il suo aspetto. Viene attirato dall’alta moda, dalle linee originali, dagli azzardi estetici, dagli accessori vistosi. In epoche passate, quando la pratica non era ancora considerata criminale, i nostri Leoni potevano avvolgersi in vere pellicce, ma in mancanza di queste, le leonesse fanno oggi incetta di tessuti stampati con fantasie animalier.
Un Leone detta le mode, non le segue. Crea, non si adatta a ciò che è in voga in quel momento.
Ama le scollature profonde, la pelle abbronzata e scoperta e, se potesse scegliere, andrebbe tutto l’anno in giro in costume da bagno. Costume di marca, of course.

© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-leone/#more-14795)

21 giugno 2017

Zodiac Style - Cancro


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.


Stando ai manuali di astrologia classica il dolce segno del Cancro dovrebbe andare in giro vestito con un ridicolo look da bebé, fino alla fine dei suoi giorni di vecchio-bambino, ma in realtà non è così. Come sede dell’esaltazione di Venere questo segno non può prescindere dall’eleganza e dall’estetica. Certo la sua è un’estetica “fuori dal tempo” , che ignora totalmente le mode correnti per appassionarsi ai suggerimenti della storia (grande passione del Granchio) e delle emozioni che lo muovono.
Se non fosse fonte di guai col prossimo, molte cancerine andrebbero vestite di busti e crinoline oppure con leggere tuniche plissettate e sandali “alla schiava”, e molti cancerini sfoggerebbero cilindro e redingote oppure stivali e mantello da moschettiere.
Il loro abito deve sempre essere in sintonia con lo stato d’animo di quel momento e creare un’atmosfera intorno a loro, deve avere un senso personale e quell’aria un po’ vintage che dona ai cancerini un pizzico di stranezza. Sono le tipiche persone che non potranno mai decidere la sera cosa metteranno la mattina successiva, perché il loro umore potrebbe essere cambiato totalmente durante la notte, magari con la complicità di un sogno.
Pigri ed edonisti i Cancro sono tra i più insofferenti ai tessuti sintetici e alle lane pungenti, amano tutte le sfumature del bianco, i colori della terra e alcuni tipi di azzurro, soprattutto quelli che virano verso il verde o il grigio. Spesso, in occasioni speciali, sanno lanciarsi in scelte da Cappellaio Matto, capaci di sbalordire chi li conosce come soggetti dal carattere sobrio e defilato.
Anatomicamente questo segno femminile è associato al seno, parte che esibisce (anche come pettorali maschili) o occulta, a seconda degli aspetti del singolo tema natale. Generalmente la donna Cancro, appassionata di linee romantiche, ama le scollature ampie, mai gravate da collane e orpelli, basta un piccolo ciondolo lucente e discreto, che pende da un girocollo; l’uomo Cancro preferisce le camicie di buon taglio, piuttosto aderenti se il fisico lo permette, in cui il tessuto o la fantasia non siano troppo anonimi, e le tiene aperte sul collo, associandole a jeans o pantaloni di taglio sportivo.
Questo segno associato simbolicamente all’infanzia e alla maternità, rappresenta anche due categorie di abbigliamento molto precise: gli abiti per bambini e quelli “prémaman”. Inoltre la sua sovranità zodiacale sul mondo notturno e sul sonno fa dei cancerini dei veri appassionati di pigiami, pantofole e camicie da notte, a meno che la loro Luna non sia “storta” e a quel punto li vedremo detestare cordialmente tutto ciò che attiene l’abbigliamento notturno e casalingo.

© riproduzione riservata - (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-cancro/#more-14728)

21 maggio 2017

Zodiac Style - Gemelli


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.


Il segno dei Gemelli viene spesso definito “adolescenziale” dall’astrologia, che lo associa proprio a questo periodo della vita. È curioso notare infatti che moltissimi rappresentanti del segno anche in età adulta restano esili e androgini proprio come degli adolescenti, e amano essere costantemente aggiornati sulla moda sia per vanità personale che per una sorta di snobismo sociale. Un Gemelli non ha il desiderio di andare controcorrente, ma vuole cogliere al volo ciò che sta per accadere per seguirne la scia, per intercettare il trend che si sta manifestando. Non è il primo a lanciare una moda, ma è il primo a diffonderla tra gli amici e anche il primo a rinnegarla quando il vento cambia.
Per un Gemelli, il detto “l’abito non fa il monaco” non ha alcun senso.
Ha un suo speciale tipo di “uniforme” costituita da ciò che “va” in quello specifico momento, ma nutre una segreta passione per i capi che lasciano scoperte le braccia e per le fantasie optical e geometriche. Osa colori fluo, però combinati con tinte scure e ama le forme leggere, originali, gli abiti costituiti da poca stoffa, essenziali e che non si stirano, da mettere in valigia senza problemi.
A questo segno dominato da Mercurio (che simboleggia gli studenti, la comunicazione e la pubblicità) sono associate le divise scolastiche, dai grembiulini bianchi alle uniformi dei college, e le immancabili magliette in stile street-art o che mostrano i brand e le “firme” ben in evidenza.
Veri fissati dei gilet (gli uomini) e delle spalle scoperte (le donne) hanno bisogno di indossare sempre qualcosa ai polsi: orologi, bracciali, nastrini e fascette colorate. Il loro carattere giocoso non disdegna di azzardare look ripresi direttamente dal cinema o dai fumetti, mimando pirati e lolite, gangster o pin up . Le donne Gemelli sanno mescolare con grande leggerezza lo stile sexy e quello ironico, associano un tacco 12 con micro borse da bambine o un abito romantico con un taglio di capelli punk. Gli unici accessori che creano loro problemi sono gli orecchini: o li amano follemente o li odiano senza mezze misure. Se non esistesse la moda, probabilmente queste eterne adolescenti acute e spiritose sarebbero sempre in jeans (attillatissimi!) e canottiera, con scarpe da ginnastica a girare per librerie o a qualche concerto, libere di sentirsi ragazzine fino a 100 anni.
Gli uomini Gemelli, spesso in maniche di camicia anche d’inverno, sono però impeccabili sia al lavoro che nelle occasioni mondane. Non vogliono spiccare per originalità e scelgono sempre un look adeguato all’occasione, anche se preferiscono lo stile sportivo e rubacchiano dall’armadio dei loro figli. Se la moda lo permettesse, c’è da scommettere che non disdegnerebbero di truccarsi per rendere il loro sguardo più intenso e magnetico, ma nell’attesa si dedicano ai tatuaggi (preferibilmente sulle braccia) spesso costituiti da frasi, parole o simboli grafici significativi, più che da immagini.

© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-gemelli/#more-14660)

22 aprile 2017

Zodiac Style - Toro


Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato? Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono.

Il Toro ha diverse attribuzioni anatomiche, tra le più importanti: gli occhi, la bocca, il collo.
Generalmente ha un rapporto di odio-amore con le sciarpe, i foulard e i maglioni a collo alto. Deve proteggere la gola per preservare la sua (solitamente) bellissima voce, ma
spesso non vuole sentirsi questa parte del corpo, fasciata da qualcosa. Ovviamente lo stesso discorso vale per collane, catenine e cravatte: le donne alternano periodi in cui portano collane vistose e colorate a periodi in cui il collo deve restare assolutamente scoperto; gli uomini il più delle volte detestano la cravatta e la rifiutano categoricamente anche in situazioni ufficiali. L’indifferenza verso questi accessori è impossibile per un Toro. Addirittura possiamo vedere donne Toro indossare cravatte su abiti femminili o uomini Toro indossare collane su abiti maschili.
La bussola che guida il Toro non è l’intelletto, non è l’istinto, non è l’etica, ma sono i 5 sensi, per questo motivo il segno ha una vera passione per i tessuti morbidi e piacevoli (quindi foulard o sciarpe sì, ma molto lievi e soffici), ama i profumi floreali, ma anche quelli speziati e dolci, ha bisogno di sentirsi la pelle accarezzata dagli abiti che indossa e non sopporta granché i capi scomodi.
Per il Toro la priorità va data, insieme, alla bellezza e al valore degli oggetti che acquista. Non gli interessa seguire la moda a tutti i costi, se questo significa snaturare se stesso, anche perché spesso questo segno conservatore ed esteta, si affeziona ad una pettinatura, ad una giacca, ad un paio di scarpe, ad uno stile, che vorrebbe poter mantenere inalterato tutta la vita.
Detesta i capi che mancano di qualità, infatti negli ultimi decenni i Toro soffrono particolarmente la scomparsa delle fibre naturali, così si orientano (quando il prezzo e la proverbiale parsimonia taurina lo consentono) verso il cotone biologico, gli abiti di canapa e la pura lana: il sintetico li deprime al minimo tocco, sia per la sensazione a pelle, sia per il poco valore intrinseco.
Non si può dire che il Toro non ami i gioielli, ma non li indossa volentieri; se li ha, preferisce comunque tenerli in cassaforte e indossare magari un solo oggetto che abbia anche un valore affettivo o artistico.
La corrispondenza astrologica alla bocca e agli occhi fa sì che, paradossalmente, molte donne Toro amino truccarsi in modo anche pesante: hanno il loro rossetto preferito, resistente anche alla bomba atomica, ma anche in questo caso, appena possono, scelgono prodotti naturali.
Se non si truccano tutti i giorni è perché si trovano più armoniose e attraenti “al naturale”, oppure perché hanno trovato un modello di occhiali (il Toro ha spesso difetti visivi) che valorizzano il volto, o qualche altro accessorio vistoso che spicca su una “mise” estremamente semplice. L’uomo Toro invece vuole il viso scoperto, senza barba, infatti è tra i più refrattari allo stile hipster.
Venere, Giove e X-Proserpina, i 3 pianeti del Toro, donano al segno un gusto estetico innato e una particolare sensibilità ai colori: un Toro anche quando zappa l’orto o cucina una torta, non è mai trasandato come potrebbe essere qualche altro segno più disinvolto.
Nonostante questo però, ama indossare il nero e lo “porta” in modo incredibilmente elegante: ricordate Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany” … ecco … provateci voi a competere con una “torellina” di nero vestita!

© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-toro/#more-14585)

20 marzo 2017

Zodiac Style - Ariete


Con questo primo post sul segno dell’Ariete, inizia la nuova rubrica astrologica che quest’anno parlerà di “stile”. Qual è lo stile preferito da ogni segno, quale la moda ideale, quale il capo d’abbigliamento più amato?
Anatomicamente sappiamo che l’astrologia assegna una o più parti del corpo ad ognuno dei 12 segni e ciò rappresenta già un’utile indicazione per capirne le preferenze nel campo della moda, perché un segno tende a coprire o scoprire proprio le zone che astrologicamente gli corrispondono, inoltre il gruppo di pianeti che ne costruiscono l’indole e ne guidano le scelte puntano il riflettore su abiti e accessori “tipici” (ricordando sempre che il segno “puro” teorico, non corrisponde mai ad individui realmente esistenti , molto più sfaccettati e compositi).
L’Ariete, primo segno dello Zodiaco, è associato anatomicamente alla testa. Facile quindi l’associazione con copricapi, caschi (un tempo, elmi) e cappelli, accessorio preferito dai focosi arietini. Il problema è che a volte li comprano, ma non riescono ad indossarli per più di pochi minuti, data la loro proverbiale insofferenza alle costrizioni e all’eccessivo calore. I nostri amici infatti sono delle teste calde, non solo metaforicamente e un cappello spesso aggrava la situazione. Inoltre coprire le loro capigliature folte, a volte ribelli, sarebbe un peccato, infatti spesso compensano con tagli audaci e acconciature dai colori shockanti e originali.
La passione del segno per lo sport e per le competizioni fa loro preferire l’abbigliamento sportivo e pratico, anche se le donne Ariete spesso hanno un gusto molto fine, ma combinano l’eleganza con una esplicita sensualità. Inutile aggiungere che il loro colore preferito è il rosso.
Marte, dio della guerra, dà la sua impronta militaresca anche all’abbigliamento arietino che spesso si arricchisce di mostrine, mimetiche, stivali d’ordinanza, baschi e cinture con stemmi vari, ma è nelle fanciulle Ariete che questa tendenza si mostra in tutta la sua forza inducendole ad invaghirsi di chiunque indossi una divisa.
La passione per l’uniforme è il sintomo di un’altra tendenza arietina, abbastanza imprevedibile in un segno così coraggioso e impulsivo, cioè la necessità di “uniformarsi”: non vedrete quasi mai un Ariete esagerare nell’abbigliamento, osare colori o abbinamenti particolarmente originali negli abiti. Non si tratta di un’esigenza di equilibrio, ma del bisogno di non trasgredire le regole di stile condivise dalla società, così come farebbe un buon “soldatino” col codice militare.
Questo però, ne fa dei sarti meravigliosi e sempre aggiornati sullo stile del momento.

© riproduzione riservata (http://www.fototeca-gilardi.com/blog/zodiac-style-ariete/#more-14536)

20 febbraio 2017

I 5 modi di amare dei Pesci


Lo sapevate che ogni segno zodiacale ha 5 modi di amare diversi? Se appartenete ad un segno, significa che lì è posizionato il vostro Sole, ma Venere al momento della vostra nascita può anche occupare un segno diverso, più precisamente uno dei due precedenti o successivi al vostro. Questo influenza in modo decisivo i vostri gusti, le modalità affettive e il senso estetico.

Il Pesci può avere Venere in: Capricorno, Aquario, Pesci, Ariete e Toro.

Pesci con Venere in Capricorno
Per i Pesci lo stato di innamoramento è la norma, difficilmente per questo segno d’acqua ci sono periodi in cui il cuore non sia occupato da emozioni d’amore (il più delle volte indistinte), ma
quando un Pesci ha una selettiva e razionale Venere in Capricorno, qualche pausa dal romanticismo è possibile. Anche la capacità di scegliere un partner si fa più lucida, dando spazio a considerazioni meno legate all’immediato, meno idealizzate, e volte soprattutto a selezionare un amore che possa durare nel tempo e magari anche accompagnare la propria realizzazione professionale. La coppia, per un Pesci con Venere in Capricorno, è una base imprescindibile per sentirsi stabile e sicuro, perché i sentimenti restano in ogni caso centrali per il dodicesimo segno. Il partner è visto come un sostegno e deve possedere un grande senso pratico. Anche il tasso di fedeltà, di solito soggetto ad alti e bassi, aumenta decisamente. Dal punto di vista estetico questa Venere essenziale e minimalista, ridimensiona la fantasia pescina sfrondandola dalle manifestazioni più naif. Impone un basso profilo, ma è attenta al valore economico degli oggetti artistici. Agisce soprattutto a livello etico, ponendo la comprensione umana tipica dei Pesci al servizio di obiettivi concreti.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Michail Gorbaciov .

Pesci con Venere in Aquario
Qui ci troviamo di fronte ad un’accoppiata curiosa, che rende il soggetto tanto insicuro e fragile in merito alle proprie emozioni, quanto distaccato e sfuggente di fronte all’emotività altrui. Sempre in preda a passioni vissute più a livello mentale e astratto, che a livello reale, i Pesci con Venere Aquario, seppur amabili, hanno necessità di spaziare, di andare e venire a proprio piacimento senza dover rendere conto dei loro pensieri, delle loro costanti fantasie, delle loro numerose relazioni amichevoli o amorose (anche solo sognate) necessarie per tollerare la “pesante” realtà della coppia regolare. Perché questi soggetti tanto inquieti desiderino stare in coppia è presto detto: hanno incontrato una persona simile a loro, simile soprattutto a livello ideale, che “sente” come loro, con la quale si fa poca fatica ad andare d’accordo e che, soprattutto, riesce a tenere le redini della relazione e della famiglia anche senza il loro contributo. Oppure sono stati travolti dall’energia e dal calore, anche fisico, del partner che è tanto saldo e sicuro di sé da riuscire a tollerare le loro piccole viltà quotidiane e che non ha bisogno di rassicurazioni continue. Dal punto di vista artistico la fantasia è a livelli sublimi, il fiabesco è il loro mondo e seguirli nei loro sogni, diventa un vero e proprio viaggio in un’altra dimensione.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Torquato Tasso.

Pesci con Venere in Pesci

Con la doppia presenza di Sole e Venere nei Pesci l’amore è innanzitutto fusione di anime. I Pesci hanno la capacità immediata di capire i sentimenti di chi sta loro di fronte, senza bisogno di parole. Hanno una dolcezza unica e una capacità di dedizione notevole nei confronti di chi amano. L’altro lato della medaglia è l’inquietudine: un Pesci non sa mai cosa desidera veramente, non capisce subito se è innamorato o meno. I suoi sentimenti e le sue emozioni sono sempre attivate al massimo volume, vengono solleticate da situazioni spesso anomale: una persona infelice li affascina mille volte di più di un soggetto stabile e appagato, un artista bohemien costituisce un richiamo irresistibile, la possibilità di una relazione complicata accende immediatamente il loro interesse. In compenso sanno avvolgere l’amato in un’aura magica estremamente seducente, lo fanno sentire speciale, lo trasportano in un mondo a parte, dove il partner è idealizzato come una divinità, fino a quando l’attenzione del Pesci non viene attirata da situazioni più emozionanti e la bolla magica esplode. Dal punto di vista estetico l’ispirazione artistica vibra all’unisono con le più forti emozioni del soggetto, emozioni per lo più malinconiche e struggenti, figlie di una sensazione costante di Eden perduto.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Frederick Chopin.

Pesci con Venere in Ariete

La vaghezza dei Pesci, che si innamorano un giorno sì e uno no, infuocata da una passionale Venere in Ariete, maestra dei colpi di fulmine, dà vita a soggetti dall’indubbio fascino, capaci di abbindolare quasi chiunque, giocando sul registro della dolcezza e della poesia, o su quello del “tutto e subito” a seconda delle circostanze e del soggetto che desiderano conquistare. Seduttori nati, sempre interiormente fragili e insicuri, ma capaci di iniziativa, questi Pesciolini sanno coinvolgersi molto più dei loro compagni dalle Veneri “fredde”: si innamorano (e rompono relazioni) se possibile ancor più di frequente del solito, ma quando ci sono, ci sono, non hanno così tanta voglia di fuggire a conquista avvenuta perché a loro non basta sognare, vogliono anche consumare la passione fino infondo. L’irrequietudine rimane, ma Venere arietina è leale e invece di scomparire semplicemente, come suggerirebbe il temperamento Pesci, magari fa qualche scenata, innesca liti furibonde, recrimina piangendo, scatena l’ira del partner e poi sbatte comunque la porta perché probabilmente ha già il piede in una nuova scarpa. Artisticamente fecondi, su questi soggetti , già portati all’originalità e all’eccesso estetico, Venere ha un effetto dirompente rendendoli spesso preda di passioni artistiche che dominano la loro esistenza.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Gabriele D’Annunzio.

Pesci con Venere in Toro
Venere in Toro è sensuale e concreta: ama il contatto fisico, diffida delle parole e ha forti appetiti sessuali. Il Pesci per sua natura è invece spirituale, emotivo, perso in un mondo parallelo in cui resta inaccessibile ai più. Questa Venere ha l’effetto di riportarlo a terra, di fargli sentire la sofferenza del mondo in modo tangibile, seppur meno acuto. La sofferenza e la fragilità, per i Pesci, sono un fattore imprescindibile di fascino, anche quando Venere Toro tifa per una vita regolare e “sana”, perciò neppure questi soggetti saranno esenti dalla “sindrome della crocerossina”, ma un pizzico di buon senso nel gettarsi in relazioni senza futuro di certo c’è. L’innata bontà del Toro, combinata con l’empatia pescina, dà vita a soggetti di buon cuore, attenti all’altro anche nei piccoli gesti quotidiani, appassionati a una vita semplice e amanti della famiglia tradizionale. Certamente il bisogno di solitudine dei Pesci non potrà scomparire del tutto, così come la loro ipersensibilità, perciò avranno bisogno di ritagliarsi degli spazi dalla vita di coppia, ma senza quella continua ricerca di conferme amorose che caratterizzano i possessori di Veneri più inquiete.
Sensibili a tematiche sociali e politiche, questi soggetti hanno una speciale capacità di introspezione e sanno descrivere con grande maestria e sensibilità le dinamiche inconsce e i tormenti che agitano l’umanità.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Alessandro Manzoni.

(Controllate dove è la vostra Venere )
© riproduzione riservata

21 gennaio 2017

I 5 modi di amare dell'Aquario



Lo sapevate che ogni segno zodiacale ha 5 modi di amare diversi? Se appartenete ad un segno, significa che lì è posizionato il vostro Sole, ma Venere al momento della vostra nascita può anche occupare un segno diverso, più precisamente uno dei due precedenti o successivi al vostro. Questo influenza in modo decisivo i vostri gusti, le modalità affettive e il senso estetico.

L’Aquario può avere Venere in: Sagittario, Capricorno, Aquario, Pesci e Ariete.

Aquario con Venere in Sagittario
Tutto ciò che usualmente si associa all’amore, nel segno dell’Aquario cambia decisamente connotazione. In questo segno distaccato e astratto, che osserva il mondo dall’alto con un vago sorriso ironico, certamente non c’è spazio per lo zuccheroso romanticismo né per i drammi amorosi. La temperatura dei sentimenti è tiepida, l’Aquario infatti non ha dimestichezza con l’emotività invischiante, ma ama restare nelle alte sfere della mente, dove tutto è ideale e perfetto, dove ognuno ha il proprio spazio personale e dove l’amore è più condivisione di idee che altro. Certamente la focosa ed entusiasta Venere in Sagittario alza un po’ la temperatura dell’Aquario, ma molto più spesso rende meno astratto il suo idealismo e gli permette di mostrare i propri sentimenti con maggiore chiarezza e semplicità. Resta centrale però l’esigenza di purezza, morale e ideale, che difficilmente si sposa con l’imperfezione umana di un partner reale. Esteticamente capaci di veri colpi di genio, i soggetti con Sole in Aquario e Venere in Sagittario sono autentici esploratori del sapere e non di rado aprono nuove frontiere nelle scienze e nell’arte.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Lewis Carroll ed Edouard Manet .

Aquario con Venere in Capricorno
Venere nel razionale e serio Capricorno permette all’Aquario, così distaccato e refrattario ai rapporti canonici, di instaurare vere e proprie relazioni di coppia a lungo termine, contemplando l’idea di fedeltà e inducendolo ad una stabilità che normalmente non ha molto senso per un temperamento aquariano. L’undicesimo segno dello zodiaco infatti è tollerante e aperto alla varietà anche in amore, non discrimina e non si scandalizza per nessuna forma di relazione o di passione, anche se la passione divorante non rientra nelle sue corde, anzi non è del tutto comprensibile per lui. Ma questa Venere di Terra, solida e anch’essa nemica delle smancerie, chiede agli Aquari di vivere gli affetti a livello concreto, li induce a esserci realmente quando il partner ha bisogno della loro presenza. Dal punto di vista artistico anche Venere Capricorno si mette al servizio della grande intelligenza e dell’immenso talento che spesso caratterizza gli Aquari, donando loro quella costanza che non avrebbero altrimenti, rendendoli autori prolifici, spesso profondamente devoti a una causa sociale o a una precisa passione intellettuale.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Franz Schubert e Virginia Woolf

Aquario con Venere in Aquario
Con la doppia presenza di Sole e Venere in Aquario l’amore è innanzitutto affinità elettiva, comunanza di visione, passione ideale. Impossibile per questi soggetti provare interesse per partner che non li stimolino dal punto di vista mentale, perché tutto per l’Aquario passa attraverso la mente, che raffredda le emozioni, le fa decantare e le ripulisce di ciò che di più basso e disarmonico contengono. La possibilità di amare senza sottostare a dogmi e regole è imprescindibile per Venere in Aquario che non discrimina troppo tra maschi e femmine, tra ceti alti e bassi, tra soggetti di culture lontane, ma che inorridisce davanti all’eccesso di sentimentalismo, di possessività e davanti alla mancanza di libertà reciproca. L’Aquario sa sparire, con garbo e senza drammi, da un giorno all’altro se il rapporto diventa troppo greve, e senza grossi sensi di colpa perché ritiene che il vero tradimento sia quello verso se stessi . Difficilmente questa Venere desidera formarsi una classica famiglia, preferisce (dove e quando sia possibile) situazioni di comunità, in cui i legami siano “diluiti” tra molte persone.
Spesso hanno uno spiccatissimo senso estetico, molto controcorrente e sanno fare di se stessi, delle loro idee e della loro vita, un’opera d’arte.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di George Gordon Byron e Ugo Foscolo

Aquario con Venere in Pesci
Come possa sentirsi un lieve, tollerante e ironico Aquario con la Venere più sentimentale dello zodiaco è arduo da capire. Anche il soggetto stesso fatica a capirsi e nel dubbio suscita interesse nell’altro e poi scappa, si dilegua, torna quando le acque si sono calmate, ma nel frattempo ha pianto molte lacrime chiedendosi se erano lacrime vere e, per non sbagliare, ha messo in piedi altre 4 o 5 relazioni, tutte meravigliosamente incerte o meravigliosamente eterne. Ma che sfugga è certo. Il suo cuore è tenero, ma il coinvolgimento stretto lo soffoca. A differenza dell’Aquario D.O.C. ha grandi slanci di amore e sa sacrificarsi sia per il partner che per i familiari, ma gli episodi di distacco, ritegno, silenzio e fuga restano sempre dietro l’angolo.
Artisticamente si può dire che siano delle vere e proprie “antenne riceventi” rispetto alle atmosfere che li circondano. Colgono ciò che si muove nella pancia della gente e sanno vederne gli sviluppi futuri, a volte attraverso il loro acuto sguardo ironico, a volte con disincanto e amarezza.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Anton Cechov e Jules Verne.

Aquario con Venere in Ariete
Venere in Ariete si infiamma, spesso solo fisicamente, con grande facilità e frequenza, ma altrettanto facilmente si stanca. L’Aquario per sua natura non resta mai troppo a lungo in una relazione, a meno che non lo soddisfi intellettualmente, ma con questa Venere ha il problema di gestire con tatto e diplomazia una serie continua di rotture. Diciamo che il risultato da una parte può essere stressante per un segno che in fondo tende all’armonia e odia le scenate, ma almeno soddisfa la curiosità dell’Aquario per la varietà umana. Se il soggetto ha la fortuna di trovare in una relazione sia l’affinità elettiva che quella fisica, non ha problemi a instaurare legami duraturi, magari ritagliandosi spazi privati che sono così importanti per questo segno. Il calore e la generosità di questi Aquari sono certamente più intensi del solito, ma non bisogna mai dimenticare che il vero amore dell’Aquario abita nelle “alte sfere” e che questo segno darebbe la vita più facilmente per una causa astratta e per un’ideale “umanità”, piuttosto che per una sola persona.
Dal punto di vista estetico e artistico questo connubio è poco parlante, perché entrambi i segni danno il meglio in ambiti diversi dall’arte, ma i soggetti sono degli originalissimi pionieri della mente, che sanno innamorarsi follemente di un progetto, per poi sfondare con caparbietà le resistenze dei contemporanei.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Abramo Lincoln e Charles Darwin.

(Controllate dove è la vostra Venere )
© riproduzione riservata

21 dicembre 2016

I 5 modi di amare del Capricorno



Lo sapevate che ogni segno zodiacale ha 5 modi di amare diversi? Se appartenete ad un segno, significa che lì è posizionato il vostro Sole, ma Venere al momento della vostra nascita può anche occupare un segno diverso, più precisamente uno dei due precedenti o successivi al vostro. Questo influenza in modo decisivo i vostri gusti, le modalità affettive e il senso estetico.

Il Capricorno può avere Venere in: Scorpione, Sagittario, Capricorno, Aquario, Pesci.

Capricorno con Venere in Scorpione
Questa accoppiata di segni “duri” e fortemente passionali, dà vita a soggetti che in apparenza risultano freddi e distanti mentre nell’intimità sono capaci di grande coinvolgimento e attaccamenti eterni.
Il Capricorno nasce serio, già adulto, e quando è dotato di una Venere Scorpione, di suo già attratta da persone fortemente erotiche ed emotive, perde il suo proverbiale autocontrollo. Questo segno di terra ama dominare se stesso e gli altri, ma ha la necessità di costruire basi solide nella propria vita, anche affettivamente. Venere in Scorpione acuisce il gusto capricorniano per i coinvolgimenti profondi e soprattutto inserisce dinamiche di potere nella coppia, mentre negli affetti familiari porta a drammatizzare molto i sentimenti rivestendo di emotività ogni rapporto.
Artisticamente chi ha Sole in Capricorno e Venere in Scorpione, vive l’ispirazione a livello profondo e produce opere scarne, essenziali e piene di pathos.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Giovanni Pascoli.

Capricorno con Venere in Sagittario
Un segno ambizioso e caparbio come il Capricorno trova grande beneficio in questa Venere di fuoco, ingenua e idealista, capace di slanci etico-morali che ben si sposano con la serietà del suo temperamento. La distanza con gli altri si accorcia, il cuore si apre, ma sempre in modo selettivo perché sia il Capricorno che il Sagittario hanno un’idea molto precisa di ciò che NON vogliono: entrambi detestano i soggetti sciocchi, pigri e superficiali, entrambi preferiscono avere accanto persone alle quali insegnare o dalle quali si possa imparare, per diventare più abili o ampliare il loro sapere. Sempre nei limiti di un rapporto che deve dare sicurezza, una Venere sagittariana risulta avventurosa e curiosa di interagire con persone molto diverse che portino novità nella sua vita. Inoltre sa guardare al futuro con maggiore ottimismo, cosa che al Capricorno di solito manca. Dal punto di vista estetico e artistico Venere in Sagittario apre gli ambiziosi orizzonti capricorniani all’avventura, morale o geografica.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Giovanna d’Arco e Rudyard Kipling

Capricorno con Venere in Capricorno
La doppia presenza di Venere e Sole nel segno della responsabilità e della durata, inevitabilmente porta questi soggetti a fare scelte molto ponderate in amore. Timidi e chiusi in giovane età, quando il loro temperamento serio e adulto fa a pugni con le trasgressioni e la leggerezza adolescenziale dei coetanei, con il tempo si trovano sempre più a loro agio anche all’idea di formare una coppia, basta che sia solida e che non interferisca troppo nella loro realizzazione professionale, che resta sempre al centro della loro esistenza. Piuttosto distanti e freddi nei modi, trasmettono però molta sicurezza e sanno essere passionali e attenti, più negli aspetti materiali della vita che in quelli emotivi, ma su di loro si può sempre contare. La loro fedeltà è a prova di bomba, ma rischiano di tenere in piedi rapporti esauriti per semplice ostinazione o per questioni economiche.
Creativamente raffinati, non indulgono a fronzoli e orpelli: per loro bello è sinonimo di utile e prezioso. Grandi appassionati di libri antichi, facilmente si occupano di collezionismo e archeologia.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Benjamin Franklin e Louis Pasteur

Capricorno con Venere in Aquario
Anche in questo caso l’atmosfera che aleggia intorno ai soggetti è freddina. D’altronde se il Capricorno ha come priorità l’autonomia, l’Aquario preferisce amare l’umanità come gruppo indistinto, mentre fatica un po’ ad amare un singolo umano con nome e cognome, completo di difetti e visto da vicino, sempre quello e solo quello. Si annoia. Un Capricorno è assai più resistente alla noia, ma mantiene volentieri le distanze imposte da questa Venere Aquario. Lo spazio per le romanticherie è prossimo allo zero, così come quello per le manifestazioni emotive e le scenate epiche, mentre invece la situazione ideale contempla collaborazioni con il partner molto feconde a livello lavorativo e professionale. Artisticamente pieni di talento e originalità, amano le forme pulite, ma ribaltano tutti i canoni nell’uso del colore e nella scelta dei soggetti. Spesso hanno un buon talento musicale.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Paul Cezanne ed Henri Matisse.

Capricorno con Venere in Pesci
Il Capricorno ama stare in vetta e dominare gli altri in solitudine, i Pesci invece la solitudine la detestano, sebbene sia spesso loro compagna. Venere nel dodicesimo segno dona così allo stambecco zodiacale qualche timore in più rispetto all’impulso di restare single e soprattutto intenerisce il suo cuore, gli fa sentire pungente il bisogno di amare e di condividere le proprie emozioni. Forse è la combinazione più difficile da gestire per il soggetto, ma senz’altro lo rende assai più amabile per un partner che si vede inaspettato oggetto di romanticherie estemporanee, magari buttate lì mal volentieri, ma sempre piacevoli da ricevere. Il pessimismo capricorniano però aumenta e viene aggravato dalla tendenza a lamentarsi, propria dei Pesci. In compenso questi soggetti uniscono l’empatia verso le debolezze altrui (che il Capricorno “puro” non ammette) con la solidità e la capacità organizzativa, diventando compagni insostituibili. Dal punto di vista artistico hanno una predilezione per il racconto “ai confini della realtà”: Venere Pesci punta l’obiettivo sulle debolezze umane e il Sole Capricorno le “fustiga”.
Questa combinazione la troviamo nell’oroscopo di Molière ed E. A. Poe.

(Controllate dove è la vostra Venere )
© riproduzione riservata

Potrebbero interessarti anche:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...